Company name: Dynamic Solutions s.r.l.
Address: VIA USODIMARE 3 - 37138 - VERONA (VR) - Italy

E-Mail: [email protected]

Andrea Bianchi riconfermato presidente di ANIE Automazione: continuità e nuove sfide

Andrea Bianchi, amministratore delegato di Heidenhain Italiana, è stato riconfermato alla presidenza di ANIE Automazione per il biennio 2024-2026. La sua leadership sarà cruciale per affrontare le sfide della digitalizzazione e sostenibilità.
  • Andrea Bianchi riconfermato presidente di ANIE Automazione per il biennio 2024-2026.
  • Nel 2023 il settore dell'automazione ha registrato un incremento del 14% nel mercato interno, superando gli 8 miliardi di euro.
  • Le prospettive per il 2024 indicano un peggioramento della domanda, influenzata dall'alto costo del denaro.

Andrea Bianchi è stato riconfermato alla presidenza di ANIE Automazione per il biennio 2024-2026. L’elezione, avvenuta all’unanimità lo scorso 13 giugno durante l’Assemblea dei Soci, ha visto la conferma di Bianchi, Amministratore Delegato di Heidenhain Italiana dal 2002. Accanto a lui, sono stati riconfermati tre Vicepresidenti: Maria Chiara Franceschetti (AD di Gefran Spa) con delega a Energia e Sostenibilità, Fabio Massimo Marchetti (Executive Partner di Linfa Digitale Srl) con delega alla Transizione Digitale, e Fabio Udine (AD di Logika Control Srl) con delega a Ricerca & Sviluppo e Education.

Andrea Bianchi, nato a Pavia nel 1959 e laureato in Ingegneria Elettronica, ha maturato una vasta esperienza nel settore, lavorando in aziende come General Electric e Philips prima di approdare in Heidenhain Italiana. In ANIE Automazione, ricopre il ruolo di Presidente dal 2022.

Andamento del Settore dell’Automazione

Nel 2023, il comparto dell’automazione ha registrato un andamento positivo, sostenuto dalla crescente domanda di automazione e digitalizzazione. Il fatturato aggregato ha visto una crescita annua, con il mercato interno che ha superato gli 8 miliardi di euro, segnando un incremento del 14% rispetto al 2022. Tuttavia, per il 2024, il sentiment delle imprese associate evidenzia un peggioramento, a partire dalla seconda metà del 2023, che potrebbe portare a un’inversione di tendenza. La domanda non è stimolata dagli investimenti, frenati dall’alto costo del denaro.

La speranza è riposta nel Piano Transizione 5.0, che potrebbe fungere da stimolo per la ripresa del settore, nonostante la dinamica degli ordinativi sia debole. “Ringrazio i Soci di ANIE Automazione per la rinnovata fiducia,” ha dichiarato Andrea Bianchi. “Nel nuovo mandato di Presidenza, daremo continuità al progetto di rendere l’Associazione un punto di riferimento per il mercato e le istituzioni, sede di confronto e dialogo tra imprese.”

Impegno per la Transizione Digitale e Sostenibile

Bianchi ha sottolineato l’importanza di rafforzare l’impegno per valorizzare le imprese e il loro patrimonio tecnologico, riconoscendo il ruolo cruciale nelle transizioni digitale e green. “Intensificheremo le iniziative formative e informative per accrescere la consapevolezza che gli investimenti in digitalizzazione e sostenibilità rappresentano un volano per la crescita, maggiore competitività e resilienza del sistema industriale,” ha proseguito il Presidente.

L’Associazione continuerà a stimolare lo sviluppo di politiche economiche lungimiranti, calibrate sulle reali esigenze del tessuto manifatturiero italiano. Parlando della Transizione 5.0, Bianchi ha concluso che l’Associazione proseguirà l’opera di divulgazione. È in fase di pubblicazione un Vademecum sulla Transizione 5.0, che illustra le componenti e l’apporto delle tecnologie immateriali e materiali per il raggiungimento delle soglie di riduzione dei consumi richieste per accedere alle maggiorazioni di incentivo.

Il Ruolo di ANIE Automazione nel PNRR

Andrea Bianchi è stato eletto per la prima volta Presidente di ANIE Automazione nel 2022, succedendo a Fabrizio Scovenna. Durante il suo mandato, Bianchi ha sottolineato l’importanza del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) e della digitalizzazione come temi centrali del programma. “ANIE Automazione deve attivarsi per stabilire un anello di congiunzione tra aziende e soggetti attuatori, assumendo un ruolo di tramite e rappresentante con la Pubblica Amministrazione,” ha dichiarato Bianchi.

Nel 2021, l’industria italiana dell’automazione industriale e manifatturiera ha visto un percorso di crescita, con un fatturato aggregato che ha raggiunto i 5,6 miliardi di euro, segnando un incremento del 20,8% rispetto al 2020. Le vendite estere del settore sono cresciute del 20,8%. Tuttavia, il 2022 ha presentato un quadro complesso, con tensioni geopolitiche e difficoltà nei mercati degli approvvigionamenti, rendendo ardue le previsioni per i prossimi mesi.

Bullet Executive Summary

Il settore dell’automazione sta attraversando un periodo di crescita e sfide, con un forte impulso verso la digitalizzazione e la sostenibilità. La riconferma di Andrea Bianchi alla presidenza di ANIE Automazione rappresenta un segnale di continuità e impegno per il futuro. La trasformazione digitale e la transizione green sono temi cruciali che richiedono politiche economiche lungimiranti e investimenti mirati.

Nozione base: L’automazione industriale permette di ottimizzare i processi produttivi, riducendo i tempi e i costi di produzione, migliorando al contempo la qualità dei prodotti.

Nozione avanzata: La scalabilità produttiva, resa possibile dalla digitalizzazione, consente alle aziende di adattarsi rapidamente alle variazioni della domanda, migliorando la loro competitività e resilienza sul mercato globale.

In conclusione, il futuro dell’automazione e della digitalizzazione in Italia dipende dalla capacità delle imprese di investire in nuove tecnologie e dalla creazione di un ambiente favorevole allo sviluppo sostenibile. La leadership di ANIE Automazione, sotto la guida di Andrea Bianchi, sarà fondamentale per affrontare queste sfide e cogliere le opportunità offerte dalla Transizione 5.0.


Articolo e immagini generati dall’AI, senza interventi da parte dell’essere umano. Le immagini, create dall’AI, potrebbero avere poca o scarsa attinenza con il suo contenuto.(scopri di più)

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *