Company name: Dynamic Solutions s.r.l.
Address: VIA USODIMARE 3 - 37138 - VERONA (VR) - Italy

E-Mail: [email protected]

Come rivoluzionerà l’industria la fiera SPS 2024 di Norimberga?

Scopri le innovazioni in automazione, IoT e intelligenza artificiale che saranno presentate alla 33a edizione di SPS a Norimberga
  • La fiera si svolgerà dal 12 al 14 novembre 2024 su una superficie di 130.000 m².
  • Oltre 1.300 imprese partecipanti, con una significativa presenza italiana di 80 aziende.
  • Tematiche chiave: IT per la produzione, soluzioni cloud ed edge, sicurezza, IoT e intelligenza artificiale.

Dal 12 al 14 novembre 2024, Norimberga ospiterà la 33a edizione di SPS – Smart Production Solutions, un evento di rilievo nel settore dell’automazione. Organizzata da Mesago Messe Frankfurt, la manifestazione si estenderà su una superficie di 130.000 m², accogliendo circa 1.300 imprese, di cui 80 italiane, distribuite in 16 padiglioni espositivi. L’evento attirerà un vasto pubblico internazionale, con oltre 1.300 visitatori italiani attesi.

SPS di Norimberga rappresenta un’opportunità unica per immergersi nel mondo dell’automazione, scambiando idee e confrontandosi con esperti del settore su temi attuali. Durante i tre giorni della fiera, si terranno presentazioni, tavole rotonde, dimostrazioni dal vivo e forum organizzati da associazioni come VDMA e ZVEI. Inoltre, saranno disponibili consulenze da fornitori nell’ambito di ‘Automation meets IT’, dirette online e offerte speciali su ‘SPS on air’.

Le tematiche affrontate includeranno la gestione IT per la produzione, soluzioni e servizi su cloud ed edge, misure di sicurezza per la produzione, soluzioni IoT e intelligenza artificiale, nonché open source. Come anteprima, il 24 ottobre 2024, SPS organizzerà un evento digitale attraverso la piattaforma ‘SPS on air’, dove le aziende presenteranno i loro prodotti con interventi di 10 minuti.

Formnext: La produzione additiva industriale in primo piano

Dal 19 al 22 novembre 2024, Francoforte ospiterà la 10a edizione di Formnext, la fiera dedicata alla produzione additiva industriale. Con 664 aziende partecipanti, di cui il 64% estere, l’evento vedrà una significativa presenza italiana con 32 imprese, in aumento rispetto all’anno precedente. Queste aziende, provenienti dal mondo della stampa 3D, includono start-up e rinomate realtà industriali italiane che hanno sviluppato soluzioni speciali di produzione additiva.

La produzione di sistemi AM complessi, servizi di ingegneria innovativi e la stampa 3D di mobili e gioielli rappresentano alcuni dei punti di forza dell’offerta italiana. Sascha F. Wenzler, vicepresidente di Formnext, ha sottolineato l’importanza della tecnologia AM per affrontare le sfide attuali e sfruttare nuove opportunità economiche. Formnext riflette le dinamiche dell’industria AM globale, aprendo la strada al futuro industriale con innovazioni e applicazioni.

L’Italia si distinguerà per il suo genio nei materiali e nelle materie plastiche specializzate, con molte aziende tradizionali che hanno trovato nell’additive manufacturing un mercato redditizio. La fiera includerà numerosi appuntamenti e premiazioni per risaltare talenti e idee. Tra gli eventi di rilievo, il ‘Dienstleiter Marketplace’ 2024, una piazza mercato dei fornitori di servizi, si concentrerà su settori come la tecnologia medica, dentale e il packaging.

Fiera del Levante: Sfide e opportunità

La Fiera del Levante di Bari, gestita dalla Nuova Fiera del Levante (NFdL) in collaborazione con Bologna Fiere, sta affrontando sfide significative a causa della presenza di un ex Covid center. Questo ospedale, realizzato per l’emergenza sanitaria, occupa spazi cruciali per lo sviluppo dell’offerta fieristica. Bologna Fiere ha deliberato un aumento della partecipazione dal 15% al 40%, ma l’accordo è attualmente in stand by in attesa della risoluzione della questione dell’ospedale.

L’ex-ospedale, costato 25 milioni di euro e utilizzato per la cura di 1.200 pazienti durante la pandemia, è al centro di un’inchiesta penale della Procura di Bari. Il presidente della regione Puglia, Michele Emiliano, e il presidente di NFdL, Gaetano Frulli, stanno valutando la possibilità di ripristinare l’ospedale in caso di emergenza sanitaria. Tuttavia, la struttura potrebbe essere utilizzata per rassegne fieristiche nel settore biomedicale, in crescita in Puglia.

L’alleanza tra Bologna Fiere e NFdL ha già dimostrato risultati positivi, con eventi come il Saie e il Mecspe che attirano un vasto pubblico. La gestione dell’offerta fieristica continua sul doppio binario della Campionaria e dei saloni specializzati. La Campionaria 2024, l’ultima fiera generalista rimasta in Europa, si terrà dal 28 settembre al 6 ottobre, con l’obiettivo di incrementare il peso dell’arredamento e favorire l’incontro tra architetti del Nord Africa e dei Balcani con espositori italiani.

Una panoramica sulla situazione delle fiere internazionali

La pandemia ha avuto un impatto significativo sul settore fieristico internazionale, con molte fiere cancellate o posticipate. Marinella Croci, titolare di GO LITE Coworking e promotrice di fiere nei mercati emergenti, ha condiviso la sua esperienza nel gestire le cancellazioni e nel trovare soluzioni per espositori e visitatori. La situazione attuale è caratterizzata da incertezza, con restrizioni di viaggio e obblighi di quarantena che complicano la partecipazione a fiere internazionali.

In risposta a queste sfide, stanno emergendo fiere virtuali e modalità ibride. Tuttavia, Croci sconsiglia la partecipazione ibrida, che penalizza gli espositori esteri non rappresentati localmente. Le fiere completamente virtuali, invece, offrono un’opportunità per mantenere la visibilità e presidiare mercati con accesso limitato. Queste soluzioni temporanee permettono di non sprecare le potenzialità del mercato durante la crisi pandemica.

Bullet Executive Summary

L’automazione, la scalabilità produttiva e la trasformazione digitale sono temi centrali nelle fiere di fine anno. Eventi come SPS e Formnext rappresentano piattaforme cruciali per scoprire soluzioni innovative e affrontare le sfide del settore. La Fiera del Levante, nonostante le difficoltà, continua a essere un punto di riferimento per il mercato fieristico del Sud Italia. La pandemia ha accelerato l’adozione di fiere virtuali, offrendo nuove opportunità per mantenere la visibilità e presidiare mercati globali.

In un’epoca in cui l’automazione e la trasformazione digitale stanno rivoluzionando l’industria, è essenziale comprendere come queste tecnologie possano migliorare l’efficienza e la scalabilità produttiva. Ad esempio, l’integrazione di soluzioni IoT e intelligenza artificiale può ottimizzare i processi produttivi, riducendo i costi e aumentando la qualità dei prodotti. Allo stesso tempo, la partecipazione a fiere virtuali permette di esplorare nuovi mercati senza le limitazioni fisiche, aprendo nuove opportunità di crescita.

La riflessione personale che emerge è l’importanza di adattarsi e innovare in un contesto in continua evoluzione. Le fiere rappresentano un’occasione unica per esplorare nuove tecnologie e creare connessioni significative, ma è fondamentale essere pronti a sfruttare le opportunità offerte dalla trasformazione digitale per rimanere competitivi nel panorama globale.


Articolo e immagini generati dall’AI, senza interventi da parte dell’essere umano. Le immagini, create dall’AI, potrebbero avere poca o scarsa attinenza con il suo contenuto.(scopri di più)

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *