Company name: Dynamic Solutions s.r.l.
Address: VIA USODIMARE 3 - 37138 - VERONA (VR) - Italy

E-Mail: [email protected]

5 innovazioni chiave del primo drone magazziniere connesso 5G

Scopri come Ericsson, Qualcomm e Dronus stanno rivoluzionando la gestione dell'inventario con il primo drone magazziniere 5G
  • 28 maggio 2024: Data storica per il settore dell'automazione industriale, con il test del primo drone magazziniere autonomo connesso 5G.
  • Qualcomm QRB5165: Processore che alimenta il drone, con connettività mmWave 5G integrata da Telit Cinterion per il controllo autonomo dell'inventario.
  • 1.000 scansioni autonome dei codici a barre eseguite in un solo turno, dimostrando l'efficienza e la produttività della soluzione.

Il 28 maggio 2024 segna una data storica per il settore dell’automazione industriale. Ericsson, in collaborazione con Qualcomm Technologies e Dronus, ha testato con successo il primo drone magazziniere autonomo connesso alla rete 5G mmWave presso la Smart Factory 5G di Ericsson negli Stati Uniti. Questo evento rappresenta una svolta significativa nell’integrazione del 5G nei processi industriali, eliminando la necessità di gateway e hotspot esterni per i droni in ambienti produttivi.

Il drone, alimentato dal processore Qualcomm QRB5165 e con connettività mmWave 5G integrata da Telit Cinterion, è stato utilizzato per controlli autonomi dell’inventario sugli scaffali alti del magazzino. La docking station Nest, connessa al 5G e dotata di telecamere per lo streaming video in diretta, ha permesso una gamma di soluzioni di rilevamento utilizzando la rete privata 5G. Questo progetto dimostra il potenziale della scansione autonoma dei codici a barre tramite droni per la gestione dell’inventario nei magazzini.

Il Contesto della Sperimentazione

La sperimentazione del drone nella Smart Factory 5G di Ericsson è un banco di prova cruciale per l’implementazione della tecnologia 5G in ambienti produttivi. Il successo del test ha posto le basi per la futura integrazione di droni 5G in ambienti industriali, migliorando l’efficienza e la produttività. Carlos H. Torres, Head of Industry 4.0 della 5G Smart Factory di Ericsson USA, ha sottolineato l’importanza di questo progetto, affermando che la realizzazione del prototipo di droni su reti mmWave 5G private dimostra l’impegno di Ericsson nell’evoluzione dell’ecosistema della banda larga non mobile.

Dev Singh, Vice President of Business Development e Head of Building, Enterprise & Industrial Automation di Qualcomm Technologies, ha aggiunto che le tecnologie mmWave 5G per droni possono trasformare la gestione dell’inventario, migliorando l’efficienza e la produttività. Marco Ballerini, CEO e fondatore di Dronus, ha espresso orgoglio per essere stati scelti da una realtà leader del 5G come Ericsson, riconoscendo l’efficacia del loro costante impegno in ricerca e sviluppo.

Implicazioni per l’Industria 4.0

L’integrazione dei droni 5G in ambienti industriali rappresenta un passo avanti significativo per l’Industria 4.0, che si basa sull’interconnessione tra macchine e sistemi per migliorare l’efficienza operativa. La connettività nativa mmWave 5G elimina la necessità di connessioni cablate e hotspot esterni, semplificando l’infrastruttura e riducendo i costi operativi. Jitender Vohra, Sr. Director Carrier Relations di Telit Cinterion, ha concluso che la partnership con Ericsson rappresenta un importante passo avanti nell’incorporazione del 5G nei flussi di lavoro industriali, dimostrando le capacità trasformative della connettività nativa mmWave.

Questo progetto non solo migliora la gestione dell’inventario, ma apre anche nuove possibilità per l’automazione industriale, come il monitoraggio in tempo reale, la manutenzione predittiva e l’ottimizzazione dei processi produttivi. La capacità di gestire grandi volumi di dati in tempo reale grazie alla connettività 5G permette alle aziende di prendere decisioni più informate e tempestive, migliorando la loro competitività sul mercato globale.

Bullet Executive Summary

L’integrazione dei droni 5G in ambienti industriali rappresenta una pietra miliare per l’automazione e la trasformazione digitale. Questo progetto dimostra come la connettività nativa mmWave 5G possa rivoluzionare la gestione dell’inventario, migliorando l’efficienza e la produttività. Le tecnologie avanzate come il 5G e l’intelligenza artificiale stanno trasformando il panorama industriale, permettendo alle aziende di ottimizzare i loro processi e di rimanere competitive in un mercato in continua evoluzione.

Automazione di base: L’automazione di base si riferisce all’uso di tecnologie per eseguire compiti ripetitivi senza intervento umano. Nel contesto del drone magazziniere, l’automazione di base consente al drone di eseguire scansioni autonome dei codici a barre, migliorando l’efficienza della gestione dell’inventario.

Automazione avanzata: L’automazione avanzata, invece, implica l’uso di intelligenza artificiale e machine learning per analizzare dati in tempo reale e prendere decisioni informate. Nel caso del drone magazziniere, l’automazione avanzata potrebbe includere la capacità di prevedere la domanda di inventario e ottimizzare i percorsi di volo per massimizzare l’efficienza.

In conclusione, il successo del test del drone magazziniere connesso al 5G mmWave rappresenta un passo significativo verso un futuro in cui l’automazione e la connettività avanzata trasformeranno radicalmente il modo in cui le aziende gestiscono i loro processi produttivi. Questo progetto non solo migliora l’efficienza operativa, ma apre anche nuove possibilità per l’innovazione e la crescita sostenibile nel settore industriale.


Articolo e immagini generati dall’AI, senza interventi da parte dell’essere umano. Le immagini, create dall’AI, potrebbero avere poca o scarsa attinenza con il suo contenuto.(scopri di più)

5 commenti

  1. Concordo sul fatto che ci siano delle sfide normative, ma non sottovalutiamo il potenziale a lungo termine. Il vero problema potrebbe essere la sicurezza dei dati in un ambiente così connesso.

  2. Mah, anche a me sembra più marketing che altro. Intanto i droni sono soggetti a mille regole e non possono volare liberamente ovunque. Stiamo parlando del nulla.

  3. L’implementazione del 5G nei droni è solo l’inizio. L’importante è come verrà gestita questa transizione. Se fatta bene, potrebbe creare più posti di lavoro qualificati per il controllo e la manutenzione di queste tecnologie.

  4. Non sono così sicuro. E’ l’ennesima trovata pubblicitaria delle grandi aziende per vendere la tecnologia del momento. Dove sono i veri benefici per noi consumatori?

  5. Wow, davvero impressionante! Il 5G integrato nei droni potrebbe davvero rivoluzionare il settore industriale. Spero solo che non causerà un aumento dei licenziamenti a causa dell’automazione.

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *